You are here

Stelle di Natale – controllare sin dall'inizio le mosche bianche

Agente patogeno
03.09.2020

Le forniture di giovani piante andrebbero controllate con molta attenzione per verificare la presenza
di insetti nocivi, in particolare della mosca bianca.

Le due specie più importanti di mosca bianca sono:

  • Trialeurodes vaporariorum (aleirodide delle serre), con corpo giallo e ali quasi piatte disposte
    a triangolo di colore bianco candido, che infesta soprattutto le piante ornamentali e le piante in serra;
     
  • Bemisia tabaci (aleirodide dell'orto), con ali più inclinate e lineari, che infesta più di 500 specie
    di piante, fra cui molte vengono utilizzate nelle colture in serra. Il grande danno economico deriva
    tuttavia dal fatto che la mosca bianca è vettore di virus.

 

Nelle colture con esigenze di temperatura elevata, le popolazioni di Bemisia tabaci si sviluppano molto
più rapidamente rispetto a quelle della mosca bianca comune (Trialeurodes vaporariorum).

Per avere successo, le irrorazioni vanno effettuate secondo una strategia specifica per la situazione.
Iniziare il primo trattamento quando ci sono ancora pochi insetti. Adattare gli intervalli di irrorazione
al tasso di moltiplicazione, che aumenta in funzione della temperatura. Nessun prodotto è efficace al
100% e se rimangono alcune mosche bianche, queste possono formare di nuovo un'importante
popolazione in caso di intervalli troppo lunghi (ad es. in estate più di 10–21 giorni). Si ha l'impressione
che il prodotto non funzioni più, mentre invece la causa è il tasso di moltiplicazione o una carente tecnica
di irrorazione.

Se con temperature elevate si è formato un gran numero di mosche bianche può essere necessario
un trattamento in blocco con 2–3 irrorazioni a distanza di 2–4 giorni per cercare di ridurre la popolazione.

 

Modo d'uso
una possibile sequenza di irrorazione potrebbe essere Plenum® WG (0,06 %) e Vertimec® Gold (0,025%).
Per una maggiore efficacia è possibile aggiungere il concime fogliare umettante Wuxal® Profi.

Plenum WG è un prodotto con effetto sistemico e per contatto. Con l'ingestione del principio attivo
gli insetti nocivi cessano immediatamente l'attività di suzione. L'effetto globale è visibile solo dopo
2–5 giorni. Grazie alla selettività nei confronti di importanti insetti utili, Plenum WG è ideale per essere
impiegato nella produzione integrata e in combinazione con insetti ausiliari.

Vertimec Gold è un insetticida/acaricida con azione profonda e duratura contro insetti nocivi succhiatori
e minatori. Vertimec Gold contiene abamectina, un principio attivo naturale ottenuto da un microrganismo
del terreno. Questo principio attivo è ricavato per fermentazione da un actinomiceto. L'abamectina è
un acaricida/insetticida che agisce per contatto e per ingestione.

Penetra nelle foglie e vi rimane a lungo, con un'azione profonda e duratura contro insetti nocivi
masticatori e succhiatori. Vertimec Gold è liquido, inodore e non lascia macchie.

 

Scheda tecnica su Plenum e Vertimec Gold