Attivarsi contro la muffa grigia

Schaderreger

È una malattia spesso causata dal patogeno Botrytis cinerea.
Il patogeno appartiene alla classe dei funghi cosiddetti a sacco (ascomiceti). Il nome deriva della
caratteristica forma degli organi riproduttivi. Gli ascomiceti comprendono 45'000 specie diverse
e rappresentano il gruppo più grande e più importante dei funghi superiori.

Nei punti marcescenti si formano i conidi (spore fungine asessuate), che vengono trasportati dal
vento o dagli spruzzi di acqua e infettano così altri tessuti vegetali. Il micelio è grigiastro o brunastro.
La struttura che porta i conidi è più o meno ramificata. Le spore si trovano alle estremità dei filamenti.
Con un'abbondante produzione di conidi si forma un feltro polveroso grigio-nerastro.

La crescita di questo fungo è favorita da un'elevata umidità dell'aria e da crescita stentata in seguito
a carenza di luce in autunno e primavera. Per ridurre gli eccessi di umidità le piante non dovrebbero
essere troppo fitte. Una maggiore distanza tra loro permette una buona circolazione dell'aria e
comporta un'asciugatura più rapida dopo l'irrigazione. Anche le varietà con foglie più piccole sono
meno soggette ai ristagni di umidità. Durante i mesi invernali si dovrebbe annaffiare soprattutto di
mattina per dar modo alle piante di asciugare in fretta.

 

Play® è composto da un principio attivo sistemico e un principio attivo da contatto che
agiscono sulla botrite in modo diverso. Siccome questa muffa è difficile da controllare, gli interventi
dovrebbero essere preventivi.
All'inizio dell'infezione irrorare con 0,1–0,12 % Play (10–12 g/10 l di acqua).

Massimo 2 trattamenti per anno e particella. In caso di applicazione nelle serre, queste vanno areate
a lungo prima di accedervi nuovamente.

 

Scheda tecnica su Play